cronache dallo spegnimento

Hai smesso di fumare? Raccontaci come hai fatto, qual'è stata la molla e cosa ti ha aiutato. Possano essere d'aiuto a chi sta cercando le proprie motivazioni.

cronache dallo spegnimento

Messaggioda danilozuliani » 29/11/2016, 9:40

Sono entrato nella quarta settimana dallo spegnimento.
Da un po' meditavo di lasciare il fumo, dopo circa 33 anni di intensa attività.
Ho iniziato a sentire il distacco e il disallineamento da questa pratica insulsa. Ogni volta che inalavo cercavo di concentrarmi sul sapore reale, sulle sensazioni reali. Non cercavo di sentire esclusivamente il piacere derivante dal colmare il bicchiere di nicotina. Cercavo il vero gusto. Smascherata l'oscenità del sapore e dell'odore che ti impregna da far schifo non ti rimangono altre scuse.
Ho iniziato a distruggere anche il mito più usato: "fumo perché mi piace". Ho iniziato a chiedermi cosa mi piacesse veramente del fumare. L'alito devastante? Il puzzo sui vestiti? Il giallo nicotina su denti, baffo, dita e barba? I figli che ti allontanano o le persone che si scansano, non riuscendo a parlarti da troppo vicino? Il fiato corto in occasione di sforzi minimi?
Senza parlare dell'ansia da carenza. E' possibile che mi sentissi male tanto da fumare i mozziconi nel posacenere?
Questi ultimi punti mi hanno offerto la motivazione aggiuntiva e forte.
Lavorando come attore la fatica ha iniziato a farsi sentire. Nel corso di uno spettacolo ho iniziato a sentire la carenza di fiato. Un lavoro molto movimentato, in maschera e con l'utilizzo di otto timbri sonori differenti. Dovendo lavorare molto sui risuonatori, al fine di tirar fuori diverse voci, con un regista ben poco tollerante al puzzo di nicotina e molto schietto e diretto. Insomma lavorandoci a stretto contatto diciamo che non me le ha mandate a dire. Mi ha confessato che anche lui fumava come un ossesso e che, a causa di un infarto, aveva smesso di colpo.
Oramai convinto della scelta, memore dei vecchi timidi tentativi, ho acquistato il libro "E' facile smettere di fumare se sai come farlo" di Allen Car. La lettura mi ha aiutato a smitizzare completamente il fumo. Ho solo atteso il momento più propizio per spegnere l'ultima sigaretta.
Essendo abituato a gestire lo stress degli spettacoli, delle prove, delle mattine lavorative infinite, diciamo sigaretta alla mano, ho aspettato che le acque si calmassero. Intanto ho acquistato in erboristeria i fiori australiani contro l'ansia da carenza.
Volevo fare il tentativo di spegnimento d'estate, perché almeno avrei avuto un periodo di bassa tensione. La mattina di domenica 6 novembre, ispirato dal fatto che non fumavo dalla sera prima e non avevo voglia di rollare, mi son detto che sarebbe stato meglio smettere immediatamente, senza aspettar scuse ulteriori.
Il tabacco, filtrini e cartine li ho lasciati in tasca nonostante non fumassi. Questa sorta di coperta di linus, che mi è servita per dominare l'ansia da carenza, l'ho abbandonata circa una settimana fa.
Immagine
Avatar utente
danilozuliani
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17/11/2016, 11:41

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda nosiga » 29/11/2016, 10:30

Complimenti Danilo e grazie per aver condiviso con noi la tua storia.
Tieniti stretta la tua motivazione perchè sarà quella che ti aiuterà nei momenti di difficoltà.
In bocca al lupo! :mrgreen:
ciao ciao
--------------------------------
Pian pianino ce la si fa.......
--------------------------------
28/02/2016
Avatar utente
nosiga
 
Messaggi: 1959
Iscritto il: 22/03/2016, 17:06
Località: Est Piemonte

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda danilozuliani » 30/11/2016, 8:35

Mi piace condividere questo che sta diventando un po' il mio diario di bordo. Mi aiuta rileggerlo e mi piace pensare possa essere d'aiuto agli altri.
Per me è un cambiamento notevole, dopo 33 anni di accanimento. Ricordo anche quando da ragazzo mi sono paragonato a Zeno di Svevo. Non riuscivo a smettere perché, in effetti, avevo paura di soffrire la carenza. Un po' la sigaretta era diventato l'emblema del mio essere. A scuola, in bagno, ci appestavamo tra una lezione e l'altra.
Proprio in virtù di questo cambiamento ho iniziato ad allenarmi. Vado a correre insieme a mia figlia che mi fa da personal trainer. Voglio dedicarmi almeno tre volte a settimana così da riaprire i polmoni all'ossigeno! Così dovrei anche prevenire l'aumento di peso dovuto alla fame da spegnimento, che maggiormente mi sta prendendo la sera.
Se ripenso a quando durante l'ora di ginnastica mi imboscavo a fumare.... bah :cry:
Immagine
Avatar utente
danilozuliani
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17/11/2016, 11:41

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda sole03 » 30/11/2016, 9:42

Grazie di condividere con noi il tuo "diario" ;)
Immagine
...................................
libera dal 1 ottobre 2008
...................................
Avatar utente
sole03
 
Messaggi: 3155
Iscritto il: 09/02/2011, 10:15
Località: Provincia di Roma

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda nosiga » 30/11/2016, 12:09

danilozuliani ha scritto:Mi piace condividere questo che sta diventando un po' il mio diario di bordo.

Anche per me è lo stesso. Continua, perchè è un grande aiuto! ....... non solo per te ma anche per noi che leggiamo :mrgreen:
ciao ciao
--------------------------------
Pian pianino ce la si fa.......
--------------------------------
28/02/2016
Avatar utente
nosiga
 
Messaggi: 1959
Iscritto il: 22/03/2016, 17:06
Località: Est Piemonte

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda danilozuliani » 02/12/2016, 11:42

"E un altro giorno è andato, la sua musica ha finito,
quanto tempo è ormai passato e passerà? "

Questa è l'incipit di una delle canzoni di Guccini, uno dei miei autori preferiti. Anche se la canzone è malinconica e riflette sul tempo che corre via, a me oggi dà speranza. Un altro giorno mi porta verso il mese senza fumo, ed è tutt'altro che perso anzi è guadagnato! Guadagnato in salute, denaro e autostima! Si ce la sto facendo pur credendolo impossibile. Adoro leggere il counter della firma che mi ricorda i progressi raggiunti. E "alla via così"!
E continuo anche a riprendermi cura del mio corpo. L'allenamento con la corsa e, a breve, voglio anche fare yoga. E' da un po' che ci penso e ieri ne ho parlato con una mia cara amica. Vicino casa c'è un centro Sat-Nam Yoga e credo che andrò ad informarmi lì. La vicinanza conta. Anzi, se qualcuno del forum ne conosce qualcosa e vuole darmi qualche consiglio è il benvenuto.
Devo dire che al momento non ho grandi sbalzi d'umore. Un po' di nervosismo di fondo forse, qualche risposta un po' più seccata, ma nel complesso pensavo peggio.
Temevo di azzannare chiunque mi facesse saltare la mosca al naso!
Ogni giorno una scoperta. Tutto può essere affrontato senza sigaretta, anche se prima lo si pensava impossibile.
Ma a voi mi è mai capitato di visualizzarvi senza in passato? Se chiudo gli occhi e immagino eventi del passato la sigaretta sta sparendo. Non mi accompagna in automatico! Cioè prima era più facile vedermi in compagnia della "bionda letale". Oggi già nelle visualizzazioni sta sparendo.
Credo che sia un buon segno.
Immagine
Avatar utente
danilozuliani
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17/11/2016, 11:41

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda danilozuliani » 05/12/2016, 10:37

E il counter segna 30 giorni! Il complimese secondo me è un gran passo!
Ho festeggiato con una corsetta mattutina stupendo gli amici che ho incontrato e che, condividendo qualche metro insieme, hanno contribuito a rendere ancora più sicura questa scelta di vita.
E ora via a vele spiegate verso il prossimo obiettivo.
Immagine
Avatar utente
danilozuliani
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17/11/2016, 11:41

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda ian » 05/12/2016, 10:49

danilozuliani ha scritto:
Ma a voi mi è mai capitato di visualizzarvi senza in passato? Se chiudo gli occhi e immagino eventi del passato la sigaretta sta sparendo. Non mi accompagna in automatico! Cioè prima era più facile vedermi in compagnia della "bionda letale". Oggi già nelle visualizzazioni sta sparendo.
Credo che sia un buon segno.

Sicuramente è un buon segno! Significa che la stai togliendo dalla mente e ne diminuisci l'importanza. Quando non consideri una cosa, perde di forza!

Personalmente della sigaretta in sé non mi interessa più niente, ma a volte il cervello in qualche sua parte (mostro, recettori, ricordi piacevoli, scimmia ?) mi chiede un po' di nicotina. Lo ignoro e vado avanti! ;)


P.S. Ho cantato anch'io tantissime volte quel brano del buon Francesco i primi giorni verso sera, mi veniva alla mente, era come una tappa conquistata.
( la versione live su "Fra la via emilia e il west" è particolarmente bella). ciao!
take it easy
Avatar utente
ian
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 12/09/2016, 10:46

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda nosiga » 05/12/2016, 12:24

danilozuliani ha scritto:E il counter segna 30 giorni! Il complimese secondo me è un gran passo!
Ho festeggiato con una corsetta mattutina stupendo gli amici che ho incontrato e che, condividendo qualche metro insieme, hanno contribuito a rendere ancora più sicura questa scelta di vita.
E ora via a vele spiegate verso il prossimo obiettivo.

E' un obiettivo molto importante perchè smettere per un intero mese fa capire che fumare non dà nulla ma toglie soltanto.
Compllimenti :mrgreen:
ciao ciao
--------------------------------
Pian pianino ce la si fa.......
--------------------------------
28/02/2016
Avatar utente
nosiga
 
Messaggi: 1959
Iscritto il: 22/03/2016, 17:06
Località: Est Piemonte

Re: cronache dallo spegnimento

Messaggioda danilozuliani » 06/12/2016, 8:50

ian ha scritto:
danilozuliani ha scritto:


P.S. Ho cantato anch'io tantissime volte quel brano del buon Francesco i primi giorni verso sera, mi veniva alla mente, era come una tappa conquistata.
( la versione live su "Fra la via emilia e il west" è particolarmente bella). ciao!


Condivido, splendida versione!
Immagine
Avatar utente
danilozuliani
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 17/11/2016, 11:41

Prossimo

Torna a La mia esperienza: così ho smesso di fumare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron